Tiziana Russo e Carmelo Burgio ad applaudire Grasso a Roma, i due rispondono alla chiamata di “Liberi e Uguali”

Entrambi provengono dall’esperienza civica accanto al gruppo dei giovani di Mizzica alle amministrative dello scorso maggio: sia l’ex segretario comunale, Carmelo Burgio che l’ex candidata alle regionali, Tiziana Russo oggi sono volati a Roma all’assemblea unitaria della sinistra italiana che ha visto incontrarsi all’Atlantico Live di Roma Mdp, Si e Possibile per quella che sarà poi una lista unitaria alle prossime elezioni.

Applausi e una vera e propria standing ovation all’arrivo del presidente del Senato Pietro Grasso dai 1500 delegati presenti oggi per il momento di Grasso, dimessosi dal  gruppo Pd appena qualche settimana fa. Sul palco tre vele di colore giallo, blu e rosso, compaiono su un maxischermo accanto alla scritta: “C’è una nuova proposta”.

Il commento di Burgio sul suo profilo Facebook mentre posta le foto dell’evento, sono quelle tipiche da inizio di una nuova avventura: “Il Grande giorno – scrive l’ex segretario – è arrivato. Con Grasso grande entusiasmo e partecipazione”. Accanto a lui, immortalata negli scatti anche Tiziana Russo, reduce dall’impegno per la campagna delle regionali con la lista “Cento passi per la Sicilia”, a sostegno della candidatura di Claudio Fava.

Non era presente, invece alcun rappresentante di Mizzica, il movimento politico rivelazione delle ultime amministrative che ha espresso il componente più votato del consiglio comunale saccense, Fabio Termine, eletto con 800 preferenze e candidato sindaco con oltre il 20% di gradimento.

Mizzica, sebbene con una chiara connotazione civica, nei prossimi mesi in occasione delle prossime elezioni nazionali sarà chiamata ad una scelta di campo ben precisa e se durante le scorse elezioni regionali, ha preferito non esprimere una posizione ufficiale rispetto la candidatura di Tiziana Russo, appoggiata soltanto da alcune componenti del movimento a titolo personale, così non potrà essere per il prossimo appuntamento elettorale dove la sopravvivenza dello stesso movimento e del suo elettorato, imporrà una posizione, magari anche con la possibile espressione di una candidatura. E del resto, non è affatto un mistero che da sempre Mizzica è orientato come movimento proprio a quelle idee di Sinistra, oggi rappresentate da Pippo Civati, Roberto Speranza e ora da Piero Grasso.

Intanto, se alle comunali quella di Carmelo Burgio, una volta approdato in Mizzica, sembrava una candidatura a sindaco quasi naturale e scontata, mentre poi si è concretizzata soltanto nell’impegno lasciato al figlio per il consiglio comunale; alla prossima tornata non è escluso che l’ex segretario non potrà essere chiamato ad un impegno in prima persona verso Roma.