L’Ars approva la legge “scova-massone”: deputati, assessori, sindaci e consiglieri obbligati a dichiarare l’appartenenza a logge

Hanno letto: 1232

L’eventuale iscrizione a logge massoniche, adesso, va dichiarata. Lo prevede una legge approvata all’Assemblea regionale siciliana.

Deputati e assessori regionali, sindaci e consiglieri comunali sono obbligati ai sensi di legge a dichiarare la loro iscrizione in logge massoniche.

“La Sicilia è la prima regione d’Italia – ha detto Claudio Fava, presidente della Commissione antimafia –  ad avere una legge di questo tipo; nonostante le fortissime pressioni in senso contrario, abbiamo affermato un dovere di trasparenza e di responsabilità che adesso andrebbe esteso a tutte le cariche elettive in Italia”.