Lavoratori Blutec forzano i cancelli dell’azienda, pronti a manifestare a Roma davanti al Mise

Hanno letto: 47

L’inchiesta che ha travolto i vertici della Blutec sta destando da ieri molta ansia e preoccupazione ai lavoratori della ditta di Termini Imerese che chiedono stabilità e sicurezza per il futuro.

I sindaci del comprensorio madonita e i sindacati di Fim Fiom e Uilm sono sul piede di guerra contro l’azienda Blutec. I lavoratori sono pronti a partire per  Roma per manifestare davanti al Mise non appena i sindacati saranno convocati per la vertenza Blutec.

Stamattina è stato indetto dai sindacati lo sciopero di quattro ore su due turni dei 130 lavoratori che sono assunti da Blutec, ma nel corso della mattina gli operai hanno forzato i cancelli dell’azienda entrando all’interno della fabbrica per fare un’assemblea. Non c’è stata alcuna tensione con le forze dell’ordine che presidiano lo stabilimento.