Scritte xenofobe sul muro di una scuola frequentata nelle ore pomeridiane da extracomunitari

Hanno letto: 187

La scritta “fecciarossa”, una svastica e una croce celtica: tutto con vernice nera. E’ quanto è comparso nel centro di Marsala, nella scuola media “Vincenzo Pipitone”, frequentata nelle ore pomeridiane e serali da extracomunitari iscritti a corsi per conseguire la licenza media.

Si tratterebbe dell’opera di un movimento anarchico, così come la scritta con vernice rossa: “Azione diretta contro ogni fascismo”.

“E’ inaccettabile quanto si continua a verificare nella nostra città con scritte fasciste e xenofobe”, afferma il sindaco di Marsala, Alberto Di Girolamo.

Ancor più grave – continua – che queste scritte compaiano in luoghi simbolo di cultura e formazione non solo per i nostri giovani ma anche per chi, sfuggito a guerre e persecuzioni, è approdato nella nostra terra. Incentiveremo il contrasto agli atti eversivi”. Il primo cittadino ha subito ordinato di cancellare la scritta”.