Si cerca ancora il medico Giuseppe Liotta, in azione anche i soccorsi alpini

Hanno letto: 196

Anche le squadre speciali “Forra” del Soccorso Alpino e Speleologico sono in azione da questa mattina. Sono arrivate da Catania e sono sul posto dove si sono concentrate le ricerche di Giuseppe Liotta, il medico disperso.

Del pediatra palermitano si sono perse le tracce sabato sera, durante il terribile nubifragio che ha colpito anche la zona del corleonese. Lì è stata trovata la sua auto. Si stava recando all’ospedale del paese quando ha deciso di abbandonare la statale 118 e imboccare la strada di campagna, dove da allora si focalizzano le ricerche.

Otto specialisti attrezzati con speciali mute e imbracature, si sono calati nelle gole del torrente Frattina, divisi in due squadre.

L’ultima persona a sentirlo telefonicamente è stata la moglie. Lo ha chiamato mentre il quarantenne intorno alle 19.30 di sabato si trovava in mezzo al fango e aveva chiesto di essere geolocalizzato. Dopo quella telefonata, il nulla.