Proclamazione Carnevale come l’errore della notte degli Oscar. La Giuria ammette: “C’è un errore, noi abbiamo assegnato vittoria ex-aequo”

È bufera sulla Giuria che ha votato i carri allegorici in concorso al Carnevale di Sciacca. Come per la proclamazione del film vincitore dell’Oscar, anche nelle nostre contrade potrebbero esserci sorprese. Stando a quanto si apprende in queste ore, infatti, il risultato venuto fuori stasera non rispecchierebbe le reali intenzioni dei giurati. Gli stessi componenti dell’organismo avrebbero già rappresentato agli organizzatori che, nella trascrizione dei voti dagli appunti ad uno degli stampati finiti nelle buste sigillate e aperte stasera, è stato commesso un errore.

Lunedì mattina è previsto un vertice tra la Giuria e l’ufficio del Comune diretto dall’avvocato Michele Todaro. I giurati sono intenzionati a confermare pubblicamente la presenza di un errore di trascrizione del voto che, in buona sostanza, ha impedito al carro “Battito animale” di conseguire il primo posto ex-aequo insieme a “Raggi di luce”. La cui vittoria, dunque, al momento, potrebbe essere sospesa.