Abbandono incontrollato di spazzatura anche nei cassonetti di contrada Guardabasso-Tabasi, in un terreno anche la discarica del sacchetto lanciato al volo

Hanno letto: 425

Anche contrada Guardabasso-Tabasi è meta dei saccensi che ricercano anche il cassonetto di prossimità. Qui alle spalle del “Giovanni Paolo II” il cassonetto accogli tutto resiste ancora e allora come in un pellegrinaggio tanti cittadini vengono qui a conferire a qualsiasi ora del giorno.

E così a destra la discarica di ogni tipo di rifiuto tra cassonetti stracolmi oppure sul ciglio della strada, dall’altro invece un terreno incolto sul quale atterranno i sacchetti di quanti ancor più “comodi”, il pattume lo conferiscono lanciandolo al volo.

La segnalazione arriva dal presidente del Comitato di contrada Guardabasso-Tabasi, Flavio Bono che ci ha accompagnato in questo viaggio nello sfogo di chi di adattarsi alla raccolta differenziata non ne vuol sapere così ricorre a zone periferiche come queste non servite dal Piano Aro, ma ora più che mai invase dal pattume degli incivili.