Concorso “Storie di alternanza”: menzione e secondo posto per una classe del Liceo Scientifico “Enrico Fermi” di Sciacca

Hanno letto: 314

È un importante riconoscimento la menzione (con annesso secondo posto per i licei nella sezione territoriale) incassata dal Liceo Scientifico “Enrico Fermi” nell’ambito del concorso video denominato “Storie di alternanza” promosso dalle Camere di commercio italiane per valorizzare e dare visibilità ai racconti dei progetti d’alternanza scuola-lavoro ideati, elaborati e realizzati dagli studenti e dai tutor delle scuole. Obiettivo: stimolare percorsi di alternanza efficaci e di qualità, favorire la collaborazione tra le scuole, le imprese e gli enti coinvolti, rendere significativa l’esperienza attraverso il “racconto” delle attività svolte e delle competenze maturate. L’iniziativa sta premiando a livello provinciale prima e nazionale poi, i migliori racconti multimediali riguardanti le esperienze di alternanza scuola-lavoro. Anche il Liceo Scientifico “E. Fermi” di Sciacca ha partecipato al concorso con il video riguardante il progetto di alternanza scuola-lavoro “Blue Working – ambiente, mare e territorio nell’alternanza scuola-lavoro” portato avanti dalla delegazione siciliana di Marevivo e che ha coinvolto lo scorso anno gli studenti dell’attuale 5^ E. Il progetto ha visto impegnati i ragazzi in diverse attività volte allo studio e tutela dell’ambiente, soprattutto quello marino, quali: lo studio dei rifiuti marini spiaggiati attraverso l’applicazione del protocollo di campionamento OSPAR (2010) e dalle linee guida del gruppo tecnico della MSFD (Guidance on Monitoring of Marine Litter in EuropeanSeas – MSFD Technical Subgroup onMarine Litter 2013), l’addestramento al ruolo di educatore ambientale sia nel percorso di Eraclea Minoa sia nell’area di Capo San Marco, lo studio della morfologia delle specie ittiche attraverso un laboratorio di ittiologia presso il centro di educazione ambientale di Siculiana Marina e l’applicazione e promozione degli spostamenti eco-sostenibili. Il tutto è stato raccontato dagli studenti attraverso un video. L’associazione Marevivo Sicilia si è congratulata con la scuola per il successo ottenuto.