Liberata nel mare di San Marco una tartaruga Caretta caretta salvata nel centro di recupero di Lampedusa

C’erano sopratutto tanti bambini ad assistere ieri pomeriggio sulla spiaggia di San Marco al momento della liberazione in acqua di una tartaruga Caretta caretta. L’esemplare era arrivato al centro di recupero del WWF di Lampedusa l’otto agosto scorso dopo esser stata soccorsa a causa di un amo conficcato nell’esofago. Al centro di Lampedusa dove mediamente vengono ricoverate circa una quarantina di tartarughe marine della stessa specie, la tartaruga che ieri ha ripreso il largo nello specchio di mare dinnanzi a Sciacca, era stata operata e salvata.

Ad accompagnare l’animale al momento della liberazione erano presenti ieri Giuseppe Mazzotta, presidente del WWF area mediterranea, Girolamo Colmone, direttore della riserva naturale del WWF di Torre Salsa e Maria Licata, dirigente dell’Ufficio Regionale Faunistico insieme ai tanti volontari che operano nel territorio come volontari del WWF.

Sono tantissimi le tartarughe marine che purtroppo, trovano la morte a causa della pesca selvaggia e alla presenza di plastica in acqua che viene ingurgitata dagli animali e che provoca la morte.