Reportage dalla frana che dal costone di via Allende riversa fango sulla via Lido, situazione ad alto rischio

Hanno letto: 559

Per Girgenti Acque il riversamento di fango che avviene sistematicamente sulla via Lido non è addebitabile ad alcuna perdita idrica.

Lo ha comunicato oggi il gestore idrico con una nota stampa che però in molti sono pronti a smentire, come gli ingegneri Giuseppe e Mario Di Giovanna che questo pomeriggio ci hanno condotto e accompagnato fin sopra il costone di via Allende.

Qui abbiamo trovato il pozzetto, probabilmente abusivo, della condotta fognaria che non riesce più a contenere le acque reflue durante la pioggia e che provoca il pericolossimo dilavamento.

L’ingegnere Giuseppe Di Giovanna che è proprietario del terreno dove le furie delle acque nere che fuoriescono dal pozzetto e che scavano la terra creando i canyon che portano e conducono il fango giù fin la via Lido, da un anno e mezzo, continua a diffidare il gestore idrico e attende l’intervento che durante una riunione in Comune il gestore si era impegnato ad effettuare con una videosonda. Oggi incredibilmente però con la nota, il gestore ha affermato il contrario, ossia di non avere alcuna responsabilità

“Una situazione ad alta pericolosità – ha aggiunto l’ingegnere Mario Di Giovanna – la zona anche con una pioggia normale diventa sempre più instabile e la frana potrebbe avere degli effetti devastanti”.