Ultime fasi di ricerca di Vincenzo Bono, si perlustra la spiaggia di Muciare

Ultime fasi delle ricerche di Vincenzo Bono, il saccense sessantenne scomparso il 25 novembre scorso durante il nubifragio che ha colpito la città di Sciacca. Bono si era allontanato da casa quella mattina e presumibilmente cercava di raggiungere la sua abitazione in contrada Cava di Lauro quando poi imboccando la strada che porta in contrada Muciare è stato sorpreso dalla furia del torrente Bagni.

Le ricerche dell’uomo sono scattate immediatamente e l’indomani la sua vettura è stata ritrovata in mezzo al fango, accartocciata e ridotta ad un ammasso di lamiera.

Si è successivamente scandagliato, in diversi punti del torrente e le ricerche hanno interessato anche il tratto di mare antistante il Museo del mare.

Le figlie di Bono, Giusy e Vitalba più volte hanno chiesto che le ricerche proseguissero nel tentativo di poter ritrovare il corpo del padre per una degna sepoltura.

Un appello che il Prefetto Nicola Diomede ha ascoltato prolungando le ricerche che sono proseguite per più di 80 giorni senza purtroppo, avere alcun riscontro.