A Palma di Montechiaro solo oggi 40 casi e il sindaco firma ordinanza restringente

2136

Emergenza Covid a Palma di Montechiaro, l’Asp ha notificato al sindaco, Stefano Castellino, 40 nuovi positivi in un solo giorno.

A questo punto, il primo cittadino ha deciso di firmare una ordinanza molto restringente al fine di limitare i contagi.

“La situazione è allarmante – ha detto Castellino – 92 casi in appena 4 giorni. Pertanto, sono stato costretto a correre ai ripari”.

Nell’ordinanza, si vietano feste nei luoghi al chiuso e all’aperto; divieto assoluto di assembramenti di qualsiasi natura ed in ogni luogo; che nei rinfreschi/festeggiamenti seguenti alle celebrazioni religiose o ricorrenze tradizionali, è assolutamente vietato ballare o fare assembramenti; si raccomanda che le prescrizioni previste in questa lettera siano applicate anche a tutti gli eventi che coinvolgono cittadini palmesi al di là della località del festeggiamento; sono vietate le sagre, le fiere di qualunque genere e gli altri analoghi eventi; per le attività di ristorazione, ristoranti, bar, pizzerie, panifici, pasticcerie, paninerie ed attività similari, è assolutamente vietato ballare e la diffusione di musica di qualsiasi natura; la sospensione delle attività che abbiano luogo in sale da ballo, discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso; la domenica e festivi è consentita l’apertura dei supermercati dalle ore 5 alle ore 14; che in tutte le attività l’ingresso avvenga in modo contingentato senza la creazione di assembramenti; sono sospesi i servizi di apertura al pubblico dei musei, monumenti e degli altri istituti e luoghi della cultura; l’interdizione degli uffici comunali al pubblico, tranne per casi di estrema urgenza e previo appuntamento telefonico; lo smart working per tutti gli uffici Comunali nella misura minima del 50%; il divieto di svolgimento degli sport da contatto; il divieto assoluto su tutto il territorio comunale di accensione, lancio e sparo di fuochi d’artificio, mortaretti, petardi, bombette e oggetti similari; le limitazione delle cerimonie funebri: è assolutamente vietato porgere le condoglianze in qualsiasi luogo chiuso o aperto, è vietata l’affissione di manifesti di trigesimi ed anniversari; l’accesso ai pubblici esercizi è regolato nel rispetto di quanto previsto dalla normativa Nazionale e Regionale vigente;

“Raccomando – continua Castellino – di non far visita ai parenti non conviventi; di limitare i pranzi e le cene tradizionali solo tra conviventi; di uscire di casa solo se strettamente necessario. Per quanto non espressamente disciplinato si applicano le disposizioni della Presidenza del Consiglio dei Ministri, DPCM e DL, e quelle delle Ordinanze contingibili ed urgenti del Presidente della Regione. La presente Ordinanza ha validità dal 30 dicembre 2021 al 9 Gennaio 2022 compreso, e potrà essere rivista in relazione alla evoluzione epidemiologica del fenomeno. Segnalo che siamo in attesa di conoscere i risultati di decine di tamponi risultati positivi nei laboratori e nelle farmacie”.