Bollettino Asp di Agrigento non emesso negli ultimi due giorni, ma il Cts vuole cancellare i report quotidiani

3475

Sarebbe in ritardo con il caricamento dei dati l’Asp di Agrigento che da due giorni non emette il consueto report quotidiano. L’ultimo risale a lunedì dieci con i dati aggiornati al giorno precedente. A quanto pare, nelle ultime settimane, ancora più difficile per il Dipartimento di prevenzione dell’Asp l’attività di caricamento e l’aggiornamento dei casi di contagio, delle guarigioni, i dati dei ricoveri e quanto viene riportato nel bollettino. Spesso i dati del bollettino non sono per nulla allineati alla realtà. Solo oggi il sindaco di Campobello di Licata ha annunciato di non riportare più i nuovi positivi perché i dati non sarebbero allineati.

Intanto, la richiesta di uno stop ai report quotidiani sui contagiati arriva a livello nazionale dal Cts. I numeri sono «falsati». «Sarebbe un’ottima idea far diventare settimanale il bollettino dei contagi, mi sembrerebbe naturale farlo. Noi del Cts stiamo discutendo del parlarne col governo», ha annunciato l’infettivologo e membro del Comitato tecnico scientifico, Donato Greco. Una proposta che ha già il sostegno del sottosegretario alla Salute, Andrea Costa.

Una situazione, dunque insostenibile, quella dell’attendibilità dei dati quotidiani sui contagiati che tanti sindaci negli ultimi giorni stanno denunciando.

Una proposta quella del CTS che e’ anche supportato da quanto l’Oms ha annunciato e previsto: entro 2 mesi metà europei saranno contagiati da Omicron.