Mangiacavallo contro il green pass e domenica insieme al collega Tancredi all’incontro “L’informazione oltre l’emergenza”

2735

Sergio Tancredi e’ il deputato di Attiva Sicilia che oggi e’ sulle cronache di tutte le testate giornalistiche siciliane per le sue dichiarazioni contro il green pass. Ha paventato di non esibire il certificato per poter svolgere il suo ruolo di parlamentare all’Ars. Da domani, giorno 15, lo dovranno esibire anche i componenti dell’Assemblea regionale siciliana, secondo il decreto nazionale. E’ dello stesso avviso anche Matteo Mangiacavallo, il deputato saccense che qualche mese fa avevo invocato la privacy a domanda riguardo la sua vaccinazione. Entrambi i deputati, che condividono la stessa parabola politica all’Ars: da ex grillini al gruppo d’appoggio del governatore Musumeci, sono le “guest star” annunciate del convegno/incontro promosso domenica 17 ottobre a Sciacca dal gruppo “Terapia domiciliare precoce Covid 19” che tra i fondatori annovera anche esponenti del posto dichiaratamente “No vax”. Il titolo dell’incontro di informazione e formazione, che così come si legge nella locandina e’ aperto a tutti e a persone di qualsiasi eta’, si intitola “L’informazione oltre l’emergenza” e si svolgerà presso un noto ristorante di Sciacca.

Ma i deputati Sergio Tancredi e Matteo Mangiacavallo, non saranno soli, nel manifesto anche la presenza annunciata di due medici, un ricercatore e un medico di base e una non meglio specificata presenza di referenti della terapia intensiva di Ribera.

Intanto, i due deputati che ritengono illegittima l’introduzione della certificazione obbligatoria, così come il gruppo parlamentare Attiva Sicilia, torneranno per la loro attività in aula all’Ars martedì prossimo e senza alcuna intenzione di esibire la certificazione. A domanda su come faranno allora ad entrare, Mangiacavallo, riferisce la battuta del collega Tancredi: “Chiamiamo la polizia…”