Ritiro rifiuti dei positivi l’Asp non riesce più a farlo, adesso toccherà ai sindaci provvedere

4120

Il servizio di raccolta dei rifiuti di tipo A, rifiuti urbani prodotti nelle abitazioni dove soggiornano soggetti positivi al tampone in isolamento o in quarantena obbligatoria, è stato finora gestito interamente dall’ASP di Agrigento, attraverso una ditta incaricata per tutta la provincia al ritiro e allo smaltimento degli stessi.
Nelle scorse ore “considerato il vertiginoso aumento del numero di nuovi casi di positività al Covid” , i vertici dell’ASP di Agrigento hanno diramato una nota indirizzata a tutti i Sindaci della Provincia con la quale vista “l’impossibilità anche sopravvenuta ad effettuare il servizio”, a far data dal tredici gennaio non potrà più curare il servizio che dovrà essere pertanto garantito da ogni singolo comune della provincia.
A Ribera, in particolare da giorni si registrano disservizi sia nel servizio ordinario di raccolta dei rifiuti solidi urbani a causa di molti operatori in isolamento o quarantena, sia nello speciale servizio di ritiro del pattume dei soggetti positivi come raccontato nel servizio pubblicato questo pomeriggio nella nostra testata.

Il sindaco di Ribera – ha fatto sapere con una nota – si è premurato immediatamente di contattare una ditta specializzata alla quale poter affidare tale servizio di raccolta dei rifiuti cd. di tipo A quanto prima possibile ed in ogni caso a decorrere dal prossimo 13 gennaio.
” Alla luce – scrive Matteo Ruvolo- di tale improvvisa ed ulteriore problematica, si invita tutta la cittadinanza interessata a pazientare purtroppo ancora qualche giorno, così da attivare in maniera più efficiente tale servizio”.