Ammodernamento rete fognaria a Ribera, l’opposizione:” Nessun merito del sindaco Ruvolo”

726

“E’ stato diffuso recentemente “dall’Ufficio del Sindaco” il comunicato stampa nel quale si annunziava l’ammodernamento della rete fognaria nei quartieri Santa Rosalia e Sant’Antonio”. E’ l’incipit della nota dei consiglieri di opposizione sulla nota diffusa dal sindaco.

” Comprendiamo – aggiungino- , anche se non la condividiamo, l’enfasi usata. Una Giunta trovarsi inaspettatamente un finanziamento strategico per il proprio comune, diventa una boccata di ossigeno per l’inizio non esaltatante della propria attività amministrativa.

“Non possiamo, però, accettare – ribadiscono – il tentativo del Sindaco Ruvolo di fare intendere ai cittadini di avere meriti sull’investimento, anche se in questo momento sente la necessità di recuperare la propria immagine di primo cittadino. Il Sindaco non può dimenticare che ha impostato la propria attività amministrativa denigrando ed attaccano l’operato del passato. Sentiamo, quindi, il dovere, avendo vissuto l’esperienza consiliare nell’ultimo decennio, di riportare il tutto nel binario della verità dei fatti. Il progetto redatto dalla Delta Ingegneria Srl nel lontano 2010 è stato inserito nel “Piano degli Investimenti “del consorzio d’Ambito il 6/12/2011 e nella seduta della conferenza dei servizi del 21/9/2012 ha visto la sua prima approvazione. L’importo originario di 2.416.000 euro è stato adeguato al nuovo prezziario Regionale. Il progetto dopo essere stato inserito nell’APQ viene trasmesso nel 2016 dall’ATI di Agrigento al Commissario Unico per il Rientro delle procedure d’Infrazione Comunitaria. Si alternano Tre commissari e finalmente il progetto viene prima adeguato e poi messo a gara. Questo importante risultato è arrivato a seguito di decine e decine di incontri, riunioni, missioni dai vari amministratori e istituzioni coinvolte.
Non è arrivato per caso.
Lasciamo ai cittadini, dopo questa breve cronologia dei fatti capire quali possano essere i meriti dell’attuale sindaco eletto appena sei mesi fa”.