Anche bombole del gas e carcasse di animali sulla spiaggia dello Stazzone a Sciacca (Interviste)

2957

Lo scorso sabato 6 novembre è partito a Sciacca, in Sicilia, il progetto “Adottiamo lo Stazzone” per la campagna Adotta Una Spiaggia. Oggi nuova tappa durante la quale tra i rifiuti anche bombole del gas e carcasse di animali.

Il progetto nasce dalla collaborazione tra l’Istituto Comprensivo “Mariano Rossi” di Sciacca e l’associazione ambientalista Marevivo, che da diversi mesi ha inserito il litorale dello Stazzone di Sciacca tra le spiagge adottabili, per porre fine a una situazione che è sotto gli occhi di tutti: centinaia di bottiglie di plastica e di vetro, cannucce, bicchieri, mascherine abbandonate per strada e sulla spiaggia da chi non ha a cuore l’ambiente, il mare e la propria città.

All’iniziativa parteciperanno le classi terze e prime scuola secondaria di 1° grado e le classi quinte della scuola primaria, due classi per volta per una pulizia mensile del lungomare saccense fino alla fine dell’anno scolastico. Gli alunni si adoperano non solo nelle attività di pulizia, ma producono anche uno studio statistico dei rifiuti più frequentemente recuperati, espresso attraverso prodotti  grafici. Inoltre, guidati dai docenti, si cimenteranno nel  riciclare i materiali raccolti producendo particolari opere d’arte.

Saranno poi collocati dei pannelli informativi sul lungomare, che illustreranno l’importanza delle spiagge sabbiose e dei corretti comportamenti da assumere per la loro salvaguardia, con l’obiettivo di far rivivere quella che una volta era la zona balneare di punta della città. Al termine di ogni pulizia, infine, gli alunni sono coinvolti in attività di educazione ambientale e riscoperta del territorio proprio nel tratto di spiaggia bonificato. Tutto il lavoro verrà diffuso online e nel corso di altre attività locali al fine di fornire elementi conoscitivi, utili a definire la provenienza e le cause dell’inquinamento e a individuare possibili soluzioni. Collaborano all’iniziativa il comitato Borgo dello Stazzone e il Museo dei 5 Sensi. Il progetto è sostenuto dal Comune di Sciacca e dalla Capitaneria di Porto.