Appropriazione indebita di carburante alla Sogeir, condanne confermate in appello per dipendenti di Ribera e un’assoluzione

1912

La Corte di Appello di Palermo ha assolto un dipendente della Sogeir dall’accusa di appropriazione indebita, confermando la sentenza del Tribunale di Sciacca per cinque suoi colleghi e per il dipendente di un impianto di carburante di Ribera. Riforma della sentenza e assoluzione per Enzo Clemente, di 56 anni, difeso dall’avvocato Massimo Ragusa. Confermata la pesa, sospesa, di 2 mesi di reclusione per Biagio Ruvolo, di 48 anni; Giuseppe Morreale, di 56; Francesco Marotta, di 61; Emanuele Marsala, di 32; Cirino Ienna, di 35. Tre mesi, sempre con pesa sospesa, per Angelo Giuseppe Ienna, di 31 anni, il dipendente della ditta che eroga carburante. Gli imputati sono tutti di Ribera. Carburante per alcune migliaia di euro, per alcuni mesi, tra il 2010 e il 2011, non sarebbe mai stato erogato o, comunque, non era destinato al rifornimento dei mezzi della Sogeir per il servizio di raccolta dei rifiuti. Questa l’ipotesi accusatoria. La Sogeir si è costituita parte civile, assistita dall’avvocato Giuseppe Brancato.