Assegnato a Sciacca a una consulente del lavoro di Palermo il premio “Giovanni Cumbo” (Interviste)

Hanno letto: 669


“Il valore della memoria, il futuro della professione”. Questo il tema scelto per la quinta edizione del premio “Giovanni Cumbo”, istituito dalla Consulta dei Consigli Provinciali della Sicilia e assegnato ogni anno al miglior candidato agli esami di stato per l’esercizio della professione di consulente del lavoro. Quest’anno è stato stato assegnato alla palermitana Noemi Palazzolo.

I consulenti del lavoro della Sicilia si sono riuniti oggi al Verdura Resort. In apertura un focus sulle politiche attive per il lavoro in Sicilia, con la presenza, tra gli altri, del presidente della Fondazione per il Lavoro, Vincenzo Silvestri. A seguire, si è parlato dell’attuazione in Sicilia della fase di ricollocazione dei percettori di reddito di cittadinanza con Patrizia Caudullo, responsabile Area Territoriale Anpal e, per concludere i lavori della mattinata, l’intervento della presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine, Marina Calderone, che ha consegnato il premio al vincitore. Nel pomeriggio, invece, approfondimento e dibattito su contratto collettivo e contrattazione di secondo livello.