Assoluzione per un uomo di Sciacca accusato di una truffa da 143 mila euro

2735

Il giudice monocratico del Tribunale di Sciacca, Fabio Passalacqua, ha assolto perché il fatto non sussiste dall’accusa di truffa Vincenzo Catanzaro, di 56 anni, di Sciacca. Secondo l’accusa Catanzaro nel rappresentare di potere realizzare su commissione un impianto di refrigerazione ad uso industriale in Tunisia, e di potere restituire ingenti capitali investiti anche tramite la cessione di un immobile di proprietà altrui, avrebbe tratto in errore la persona offesa procurando per sé o per altri l’importo complessivo di 143 mila euro. Il pm aveva chiesto la condanna di Catanzaro a 2 anni di reclusione, mentre la difesa, con l’avvocato Aldo Rossi, l’assoluzione poi disposta dal giudice.