30.6 C
Comune di Sciacca

Atto vandalico ai danni di un’opera del maestro Patti a Sciacca, Monte: “Servono più controlli”

Pubblicato:

Questa volta a finire in frantumi per colpa di ignoti vandali e’ stata una delle installazioni in ceramica fatte dal maestro Gaspare Patti. A denunciarlo e’ l’ex assessore comunale alla promozione della ceramica di Sciacca, Salvatore Monte che in una nota stampa cosi’ scrive: “Rimango sempre allibito, come se fosse la prima volta, davanti agli atti di vandalismo compiuti nella nostra città e che mettono a repentaglio l’integrità delle nostre opere d’arte. Cosa ancora più grave, spesso, è però l’indifferenza. L’indifferenza davanti ad un’opera d’arte che, da una settimana ormai, vede pezzi frantumati ai piedi della stessa è davvero poco edificante”.

Le opere di Gaspare Patti, delle vere e proprie installazioni, poste all’interno del circuito del centro antico della città di Sciacca, sono state volute, non senza qualche polemica, proprio durante il mandato dello stesso Monte che oggi così afferma: “Hanno rappresentato e rappresentano un’occasione per la promozione del nostro territorio; migliaia di foto e tag raffigurano la nostra cittadina in tutto il mondo grazie ai social media.
Che la mamma dei cretini sia sempre in dolce attesa è chiaro ma, dal canto nostro, dovremmo intensificare i controlli ed educare alla bellezza. Mi aspetto dalle autorità competenti gli opportuni provvedimenti verso chi ha compiuto questo gesto vandalico. Gli innumerevoli comunicati, nel corso di questi anni, sull’installazione di telecamere in centro storico credo lascino intendere che i colpevoli siano abbastanza individuabili. Ma ciò che maggiormente interessa è il rispetto nei confronti dell’arte e dell’artista che ha donato queste opere alla città. L’opera oggetto di vandalismo ricade in Via Vittorio Emanuele, ai piedi della Basilica saccense. Sciacca è città della ceramica ed oltre al posizionamento (condiviso o meno) di opere in città, credo sia assolutamente prioritario la cura e la manutenzione delle stesse”.
Monte infine, auspica che si trovi celere soluzione magari coinvolgendo lo stesso ceramista Patti poiché nel corso degli ultimi decenni, lo stesso non ha mai lesinato disponibilità ed eccesso di affetto nei confronti della sua città.

“Conoscendo le sua abilità – conclude – sono certo riuscirà, in stretta collaborazione con i vertici di Palazzo di città, a rimediare al danno. La nostra cittadina ha scorci che dobbiamo difendere; è un lavoro sinergico che occorre portare avanti con una linea comune”.

Articoli correlati

Articoli Recenti

spot_img