A Burgio la decima edizione di “Presepinfesta” e il sindaco Ferrantelli annuncia: “Verrà anche Sgarbi”

1876

Si preannuncia ad altissimo livello la decima edizione della manifestazione natalizia “Presepinfesta 2017” a Burgio e il sindaco, Vito Ferrantelli, annuncia che arriva anche Vittorio Sgarbi, nuovo assessore regionale, che ha già visitato il centro agrigentino e in particolare il Museo della Ceramica. Scultori, ceramisti, pittori e artisti di vario genere hanno realizzato enormi ed eccellenti presepi in giro per l’antico e caratteristico paese.  Anche quest’anno il concorso prevede la creazione di presepi artistici ricavati in palazzi antichi, chiese e luoghi aperti attraenti e suggestivi, frutto della fantasia, dell’ingegno e dell’impegno dei cittadini di Burgio e dei paesi limitrofi che dalla metà del mese di novembre lavorano per la creazione di presepi utilizzando i materiali più svariati: ceramica, sabbia, vetro, plastica, pietra, materiale riciclato. Se ne stanno allestendo 15 e il concorso prevede un premio di 2 mila euro al primo, 1000 euro al secondo e 500 al terzo classificato. I presepi saranno inaugurati venerdì 22 dicembre, alle ore 16.30, e rimarranno aperti fino al 6 gennaio, tutti i giorni, dalle 17 alle 23, esclusi il 24, 25, 31 dicembre e il giorno di Capodanno. Sarà realizzato anche un Presepe vivente che potrà essere visitato nei giorni 22, 26 e 30 dicembre e il 2, 3 e 5 gennaio dalle 16 alle 23. Nel corso delle festività natalizie (22, 26 dicembre 2 e 5 gennaio) saranno effettuate dall’amministrazione ricche e varie degustazioni a base di prodotti tipici locali. L’apertura dell’itinerario avverrà con un’inaugurazione, in un’atmosfera creata dalle note degli zampognari alla presenza dell’arciprete, che benedirà tutti i presepi, e di altre autorità. Nel giorno dell’Epifania, oltre al tombolone, sarà festeggiata e premiata la Befana più americana e il dolce più francese (di enormi dimensioni). Una giuria di personalità del mondo della cultura premierà, il 7 gennaio, i primi tre classificati fra i presepi. Una particolare iniziativa, nei giorni  3, 4, 5 gennaio, la “Strina”, tradizione antica ed oggi ripresa con vigore da tutta la comunità di Burgio. In un percorso già predeterminato, i pastori portano in giro il Bambinello che viene accolto nelle case con doni in cibo o in denaro. Il ricavato sarà donato in beneficienza. A Natale, per il visitatore sarà anche l’occasione per fare una passeggiata per le antiche vie del paese e scoprire, seguendo le indicazioni dell’itinerario proposto, oltre ai presepi ed alle eccellenze artigianali (ceramica e campane) e culinarie anche i vari monumenti che si incontrano lungo il percorso. Nel periodo natalizio saranno tenute aperte le chiese e i monumenti come pure il nuovo Museo della Ceramica (fino alle 23), definito da Vittorio Sgarbi: “Gloria di Burgio e orgoglio della Sicilia”.  Il Museo, arricchito di nuovi manufatti, espone, nel periodo natalizio, una mostra di piatti decorati dai professori dell’Accademia delle Belle Arti di Palermo. L’ingresso è gratuito e saranno a disposizione gratuitamente delle guide che accompagneranno i turisti nella visita del museo.