Burgio riduce drasticamente la percentuale di rifiuti indifferenziati, prevista riduzione della Tari

767

“Il vostro sindaco, dottor Franco Matinella, può andare più orgoglioso di voi, dopo i bocconi amari in precedenza ingoiati, perché col giusto impegno vostro e la collaborazione fra questa struttura e la vostra amministrazione, la quantità di rifiuti indifferenziati raccolti a Burgio è scesa da 23 tonnellate nel mese di settembre 2020 a 14 tonnellate nel mese di settembre 2021”. Lo ha scritto il direttore dell’Aro, Pasquale Amato.

“Considerato che per smaltire l’indifferenziato paghiamo e paghiamo 165 euro/tonnellata, fate  il conto voi di quanto riuscite a risparmiare e vi troverete in meno nella tassazione”, continua.

“Aggiungete pure che ciò che non si conferisce come indifferenziato viene differenziato, contribuendo così col vostro impegno ad aumentare le quantità delle frazioni della raccolta che comportano introiti invece che spese (per es. plastica, carta e cartone..)”. Così conclude il direttore dell’Aro congratulandosi e ringraziando ancora i cittadini di Burgio:

“Congratulazioni ancora e grazie per migliorare l’ambiente dove crescono i nostri figli, producendo meno inquinamento”.