Campione vuole incontrare la sindaca per illustrarle “il complesso sistema idrico di Sciacca”

“La risoluzione degli inconvenienti  verificatisi e il ristabilirsi delle ordinarie portate in ingresso ai serbatoi comunali, non si traduce in un immediato soddisfacimento dei fabbisogni idrici di tutti gli utenti del Comune di Sciacca”. E’ il fulcro della risposta che è giunta in serata nell’ufficio di gabinetto della sindaca dopo una giornata particolarmente difficile per l’approvvigionamento idrico in città. A buttare giù le righe in replica alle richieste avanzate oggi dalla sindaca Valenti non è un tecnico o un responsabile del gestore così come fatto in precedenza, ma direttamente il numero uno di Girgenti Acque, Marco Campione.

“Tale circostanza – aggiunge il presidente –  sarebbe possibile solo in presenza di una distribuzione idrica in tutto il territorio cittadino in regime 24H. Come sicuramente noto a questa amministrazione comunale, le attuali condizioni di esercizio della rete idrica comunale non consentono l’instaurarsi di un tale regime distributivo. Infatti, la quasi totalità della rete idrica di Sciacca risulta vetusta e in precarie condizioni di funzionalità”.

Per Campione tutti i problemi idrici della città di Sciacca, dunque, derivano dalla stessa rete cittadina che come spiega nella nota “obbliga nonostante le ottimizzazioni eseguite, l’immissione in rete di portate idriche di gran lunga superiore ai reali fabbisogni della città. In queste condizioni risulta necessario operare con una distribuzione di tipo turnata, che consente di concentrare la dotazione idrica a disposizione in una parte limitata del territorio ed in tal modo soddisfare pienamente i fabbisogni idrici degli utenti di quella zona, per poi spostare la dotazione in un’altra zona e così via fino al totale soddisfacimento degli utenti, per poi ricominciare dall’inizio in forma ciclica”.

Intanto, Campione che annuncia anche la fine dell’emergenza idrica nell’arco delle prossime 24 ore, richiede anche un incontro con la sindaca, appuntamento a quanto pare già richiesto in precedenza come lascia intendere che poi sottolinea: “per meglio illustrare in dettaglio, il complesso sistema di approvvigionamento del Comune di Sciacca, costituito da due campi pozzi e da un articolato insieme di serbatoi di accumulo e compenso, la cui efficienza è subordinata al funzionamento di apparecchiature elettriche ed elettromeccaniche, quotidianamente in esercizio continuo nelle 24 ore”.