Caos scuola in Sicilia, ricorsi contro le ordinanze dei sindaci

1797

Dopo la decisione dei sindaci delle rispettive province di sospendere l’avvio delle lezioni, i prefetti di Palermo e Trapani hanno inviato una lettera ai sindaci chiedendo di tornare indietro rispetto le disposizioni di sospendere le attività didattiche.

In alcune città, nel frattempo si moltiplicano i ricorsi contro le ordinanze dei sindaci. A Messina, è intervenuto il Tar che ha sospeso la decisione di Cateno De Luca.

Anche a Palermo una trentina di genitori hanno deciso di impugnare davanti al Tar l’ordinanza numero 2 del sindaco Orlando emanata ieri sera per disporre la chiusura delle scuole fino a lunedì.

Il ricorso, affidato all’avvocato fabrizio Dioguardi, ribadisce il valore di ‘rango primario’ delle norme nazionali e le successive disposizioni regionali e sottolinea come il potere del sindaco sia da considerare esistente solo a fronte di emergenze sanitarie territoriali