39.5 C
Comune di Sciacca

“Chiediamo maggiore tutela per i lavoratori stagionali”, il saccense Salvatore Casciaro in videoconferenza con Salvini

Pubblicato:

Il saccense Salvatore Casciaro ha partecipato a una video conferenza con alcuni esponenti della Lega di Salvini e con lo stesso leader per esporre i problemi legati alla tutela della categoria dei lavoratori stagionali.

Casciaro è partito spiegando che nel 2015 il governo Renzi ha dimezzato l’indennità di disoccupazione senza dare un alternativa di lavoro o di reddito e che centinaia di migliaia di lavoratori stagionali in tutta Italia che svolgono in media 3 mesi di lavoro all’anno, per i restanti mesi non hanno né stipendio né sussidio.

<<Chi lavora in media 6 mesi percepisce dal 2015 la metà dei mesi lavorati – ha detto Casciaro – ovvero tre mesi e per l’altra metà dei mesi dell’anno zero entrate, niente stipendio, niente sussidio. Le utenze da pagare sono tante. Circa il 70-80% dei lavoratori nella categoria è monoreddito con moglie e figli a carico. I sacrifici sono enormi e le banche non ci aiutano perché i nostri contratti sono a tempo determinato. Preciso a nome di tutta la categoria che noi vorremmo lavorare tutto l’anno, ma non è una nostra scelta. Purtroppo, è il nostro territorio che essendo a vocazione turistica ci ha imposto questa condizione della stagionalità>>.

Il saccense ha, poi avanzato delle proposte:

<<Noi chiediamo di lavorare, va bene il sussidio, ma siamo disponibili con lavori di pubblica utilità, come per esempio la sanificazione e le pulizie delle scuole pubbliche che sicuramente più avanti saranno necessarie. Questa potrebbe essere una delle tante proposte da valutare>>.

Casciaro ha chiesto alla Lega di farsi portavoce affinché venga ripristinata l’indennità di disoccupazione fino a maggio 2021, anno in cui sperano di tornare alla normalità lavorativa della stagione estiva:

<<Molti lavoratori per il 2020 resteranno a casa, meno clienti nelle strutture, meno organico, meno lavoratori occupati. Pochi fortunati andranno, invece, a lavorare, ma con la legge attuale percepiranno un mese e mezzo al massimo di sussidio con la conseguenza di non riscuotere nulla da novembre 2020 a maggio 2021. Nessuna entrata e nessun sussidio. Noi lavoratori stagionali chiediamo dunque di programmare degli interventi per un arco di 12 mesi riconoscendo tutele, diritti e dando a questa categoria una certezza di reddito>>.

Salvatore Casciaro ha, inoltre, avanzato una richiesta a nome della categoria al governo regionale:

<<Chiediamo al governo regionale un sussidio in aggiunta a quello nazionale così come hanno già fatto altre regioni>>.

Rivolgendosi, infine, direttamente a Salvini, ha fatto notare all’ex ministro l’esempio dell’Europa su come vengono trattati i lavoratori e gli aiuti dati alle famiglie disagiate.

Veronica Gallo
Veronica Gallohttp://www.risoluto.it/
Digital Marketing Manager e Web Content Editor. Laureata in Scienze della Comunicazione Pubblica, d'impresa e Pubblicità e specializzata in Digital Marketing attualmente lavora a Milano come Digital Marketing Manager. Nel 2016 entra nella squadra della Blue Owl Agency collaborando come Social Media Manager e dal 2017 scrive articoli per Risoluto.it collaborando come Web Content Editor.

Articoli correlati

Articoli Recenti

spot_img

La tua richiesta è stata inoltrata. grazie!

Unable to send.