Crisi idrica nella fascia costiera di Siculiana

179

“Siculiana Marina, Pietre Cadute e altre zone del Comune di Siculiana rischiano di rimanere senza fornitura idrica. Una situazione che sta diventando insostenibile e che rischia di compromettere la stagione estiva già iniziata. A ciò si aggiunga la difficoltà ad intervenire con celerità per la sistemazione di rotture idrico-fognarie in diverse strade del territorio, con gravi disagi per molti cittadini”. Lo denuncia, in una nota, il sindaco di Siculiana, Peppe Zambito, che ha chiesto un incontro al Prefetto di Agrigento, Maria Rita Cocciufa.

“Un’economia profondamente segnata dalla pandemia prima e dalla guerra poi rischia di crollare a causa della mancanza d’acqua. Sicilia Acque – prosegue il primo cittadino – non intende aumentare la fornitura e di conseguenza, soprattutto le zone turistiche, rischiano di rimanere all’asciutto. I cittadini e le attività commerciali sono ormai all’esasperazione e, in alcuni casi, aumentano i rischi igienico-sanitari. Ho chiesto un incontro urgente a Sua Eccellenza il Prefetto di Agrigento Cocciufa, da sempre disponibile alla risoluzione dei problemi del territorio, affinché, anche in questa occasione, intervenga a fianco dei sindaci.

La problematica – aggiunge Zambito – non riguarda soltanto il Comune di Siculiana, ma tutti i Comuni della costa facenti parte di AICA e pertanto è necessario e urgente la convocazione di un apposito incontro con i vertici del consorzio al fine di definire una strategia prima che la situazione diventi irrimediabile. Mentre siamo fortemente impegnati nell’organizzazione del cartellone di eventi per l’estate e a programmare diverse attività per incentivare il turismo, la nostra azione rischia di venire compromessa da Sicilia Acque. Ciò è inaccettabile”.