Danni maltempo, stato di calamità concesso anche ai comuni dell’agrigentino e trapanese

963

“I danni del maltempo che ha colpito la Sicilia lo scorso novembre sono ancora solo parzialmente quantificabili, ma ora anche i Comuni della provincia di Agrigento, Trapani e Palermo che erano rimasti fuori dalla dichiarazione di stato di calamità concessa a molti centri dell’Isola a seguito degli eventi atmosferici di ottobre, potranno accedere ai ristori che consentiranno a centinaia di aziende, principalmente agricole messe in ginocchio dal maltempo”.

Michele Catanzaro parlamentare regionale del Partito democratico e  vice  presidente della commissione attività produttive all’Ars commenta così il provvedimento della giunta regionale che, accogliendo un ordine del giorno a firma del parlamentare Pd, estende la dichiarazione dello stato di emergenza anche ai Comuni che ne erano rimasti esclusi.
 “Le piogge torrenziali che hanno colpito la Sicilia – aggiunge Catanzaro – hanno letteralmente cancellato centinaia di ettari di produzioni agricole, un danno da milioni di euro che ferisce  il comparto agricolo e le speranze di tanti imprenditori che intravedevano la ripresa economica post pandemia. L’estensione dello stato di calamità, cosi come avevamo chiesto – conclude Catanzaro –  consentirà di ricevere gli adeguati ristori”.