Durante il lockdown in via Ovidio a Sciacca senza un valido motivo, reato depenalizzato e assoluzione

4623

Il giudice monocratico del Tribunale di Sciacca, Dino Toscano, ha assolto perchè il fatto non è previsto dalla legge come reato G.C., di 48 anni, che, nel marzo 2020, quando, a   causa della pandemia, si poteva uscire di casa solo per esigenze lavorative o per motivi di salute, sarebbe stato sorpreso in via Ovidio, a Sciacca, assieme ad altre persone, da una pattuglia del commissariato di polizia.

Il saccense e altre persone, secondo l’accusa, avrebbero determinato una forma di assembramento, dialogando a brevissima distanza tra loro.

Al processo la difesa, con l’avvocato Giuseppe Di Prima, esaminando la normativa che si è succeduta in quel periodo, ha fatto emergere che era stato trasformato da reato penale in illecito amministrativo.

Il giudice ha assolto l’imputato e disposto la trasmissione degli atti all’autorità amministrativa, il Prefetto, che provvederà ad irrogare al quarantottenne una sanzione amministrativa.