28.4 C
Comune di Sciacca

Ex ed attuali consiglieri replicano a Termine su viabilità in via Lioni: “Da kamikaze scaricare anche sul Pd”

Pubblicato:

“Rimane, ancora una volta, incomprensibile la strategia politica messa in campo dall’attuale primo cittadino che, senza alcun garbo istituzionale, prova a rattoppare la sua cattiva gestione amministrativa cercando di sviare l’opinione pubblica inscenando una nuova mistificazione della realtà”. E’ quanto sostengono ex ed attuali consiglieri comunali rispetto il video di ieri del sindaco Fabio Termine che annunciava il ritorno al doppio senso di circolazione in via Pompei e Lioni e allo stesso tempo accusava chi aveva votato la delibera di allora di essere il vero colpevole dei problemi di viabilità registrati nella zona.
“Molti di noi – scrivono Calogero Bono, Gaetano Cognata, Carmela Santangelo, Giuseppe Milioti, Pasquale Bentivegna e Silvio Caracappa – non candidati al consiglio comunale nell’ultima competizione elettorale legata alle comunali, si sono visti tirati in ballo dalle affermazioni del sindaco Termine che, in merito alla disastrosa viabilità in via Lioni ed in Via Pompei, scarica le colpe sui consiglieri comunali della passata consiliatura che, con senso di assoluta responsabilità, votarono a favore della realizzazione del piccolo parco commerciale sito oggi in via Lioni. L’allora consigliere Termine, insieme al consigliere Alessandro Curreri, non votarono quella proposta di delibera inscenando mille teorie che avrebbero bloccato lo sviluppo di quella zona; proposta di delibera che ha come proponente proprio l’attuale consigliere Fabio Leonte, allora assessore ed oggi punta di diamante in consiglio della “pseudo” maggioranza che sostiene l’amministrazione. A votare favorevolmente quella delibera furono, ovviamente, anche i consiglieri comunali del partito democratico del tempo, ovvero, Vincenzo Bonomo, Valeria Gulotta, Simone Di Paola, soggetti che oggi rivestono un ruolo di prim’ordine in amministrazione e nella rappresentanza del partito democratico. Lo scivolone istituzionale del sindaco ci ha spinti ad intervenire per evidenziare la totale assenza di rispetto nei confronti dei suoi ex colleghi chiamati in causa come colpevoli della cattiva viabilità in via Lioni”.
Secondo attuati ed ex consiglieri, dunque, il sindaco attuerebbe “strategie comunicative messe in campo dai suoi consulenti, per sopperire alle crepe di una amministrazione senza rotta che mette in campo, con un “Mizzica” in prima linea, la volontà di cucire le bocche altrui pur di salvaguardare la propria immagine”.

Articoli correlati

Articoli Recenti

spot_img

La tua richiesta è stata inoltrata. grazie!

Unable to send.