A fine giugno scade il contratto di Ficarra, ma il manager potrebbe restare in sella

1101

Scade il 30 giugno prossimo l’incarico di direttore generale dell’Asp per Salvatore Lucio Ficarra. Il manager potrebbe dunque salutare Agrigento. A meno che non venga confermato nel suo ruolo. Una decisione in tal senso è attesa dall’Assessorato regionale alla Salute. Si sa che le indicazioni sulle nomine tengono conto sicuramente della professionalità e della preparazione ma anche, e questo non è certo un mistero per nessuno, degli orientamenti politici. Si dice da sempre che Ficarra sia vicino alle posizioni del deputato regionale Michele Cimino. Il quale probabilmente chiederà la sua riconferma. In un’intervista rilasciata al quotidiano “La Sicilia” Ficarra non nasconde che gli piacerebbe restare, “per completare – ha detto – il percorso iniziato”. A proposito dell’immagine degli ospedali agrigentini, Ficarra ha detto: “Abbiamo 4.000 dipendenti, ma ci sono anche 15 pecore nere che ci fanno fare brutta figura”.