Forza Italia non si presenta alle elezioni comunali a Sciacca

4654

Alla fine, e’ stato così come le previsioni avevano accennato. Forza Italia non ha depositato la sua lista al consiglio comunale e non concorrerà con un proprio candidato a sindaco. Non vi sara’ neanche la lista “Io Apro Rinascimento” di Vittorio Sgarbi che ieri aveva annunciato di sedersi ad un tavolo di trattative con il gruppo forzista saccense. Nulla di fatto. Sono tre i candidati a sindaco di Sciacca. Ignazio Messina, Fabio Termine e Matteo Mangiacavallo.

La notizia della mancata presentazione di Forza Italia e’ stata ratificata pochi minuti prima delle ore 12.
” Una scelta dolorosa – ma necessaria – ha scritto in una nota ufficiale il coordinatore cittadino Mario Turturici- che serve a dare un segnale forte ed inequivocabile per
rimarcare la gravità di quanto accaduto, ed al contempo una risposta ai soliti avvelenatori dei
pozzi ed a quanti si illudevano che con la loro improvvida ed immotivata scelta di escluderci dalla
alleanza, saremmo caduti nella loro trappola, ovvero quella di proporre una nostra candidatura a
sindaco”.

In contemporanea, e’ stata diffusa la lista, non depositata, dei candidati al consiglio. Evidentemente a dimostrazione che la lista c’era ed era pronta rispetto le voci che si erano susseguite del fatto che il partito non avesse tutti i candidati.
“La lista dei candidati al consiglio comunale – continua la nota – verrà resa pubblica nei prossimi giorni, non
verranno sospese le nostre iniziative politiche e previa attenta valutazione dei programmi elettorali più convincenti torneremo al “Torre del Barone Resort ” per lanciare la nostra proposta programmatica per la città e dare una chiara indicazione di voto ai nostri elettori.
Una scelta dolorosa ma necessaria, che serve a dare un segnale forte ed inequivocabile per
rimarcare la gravità di quanto accaduto, ed al contempo una risposta ai soliti avvelenatori dei
pozzi ed a quanti si illudevano che con la loro improvvida ed immotivata scelta di escluderci dalla
alleanza, saremmo caduti nella loro trappola, ovvero quella di proporre una nostra candidatura a
sindaco.
Infatti, una nostra candidatura di bandiera, a pochi giorni dalla presentazione della lista,
sarebbe solo servita ad acuire le lacerazioni in una città già stanca e delusa ed avrebbe addirittura fatto il gioco di quegli stessi soggetti che hanno ordito al complotto, agevolando il “sogno” ballottaggio al candidato sindaco Mangiacavallo, che noi con questa scelta vogliamo a tutti i costi ostacolare, perché lo riteniamo nefasto per la città.
Assumiamo pertanto questa scelta, con dolorosa ma convinta determinazione, per doveroso
rispetto dei nostri tanti elettori, così gravemente offesi dai comportamenti politici immotivatamente
assunti, dei tanti cittadini ancora oggi increduli che vorrebbero spiegazioni, e di quanti hanno avuto
modo di assistere con i propri occhi alla nostra lealtà politica, nel corso di una manifestazione
elettorale straordinariamente partecipata.
FORZA ITALIA prende atto che è stato vergognosamente disatteso il documento che
sanciva l’accordo politico tra i partiti della coalizione di centro destra, con il silenzio
assordante degli alleati.
In considerazione di quando sopra, Forza Italia si ritiene libera da ogni vincolo di alleanza,
prendendo le distanze da una “mascherata pirandelliana “ lontana anni luce dai reali problemi della
città, in totale spregio dei patti assunti, della chiarezza e del senso di responsabilità.
La politica è affidabilità, partecipazione, condivisione, dialogo, spirito di servizio ed amore
per la città”