Forza Italia non vuole correre in solitaria a Sciacca, ma allontana progetti di liste civiche

1864

“Sciacca, come tante realtà locali, è stremata dalla situazione pandemica, una condizione di emergenza sanitaria che dura già da due anni e che rischia di trasformarsi in emergenza economica, con riverberi sulla tenuta sociale della nostra comunità.
Questa condizione di straordinaria emergenza, che non ha precedenti, richiede uno sforzo corale ed un più alto senso di responsabilità, mettendo al bando personalismi ed autoreferenzialità”. Lo scrive il coordinamento di Forza Italia in una nota diramata questa mattina in cui aggiunge che “per questo motivo, in vista delle imminenti elezioni amministrative, Forza Italia auspica che le forze politiche che si richiamano ai valori liberali, cattolico-popolari e democratici possano convergere su un ambizioso programma di governo, che metta al centro la persona e le “piccole e grandi opere“ di cui la città ha vitale immediato bisogno, andando oltre la desueta logica degli schieramenti, per realizzare quel “campo largo” da tanti auspicato. Stante le complessità del momento, Forza Italia non valuta utili né praticabili percorsi “in solitudine” frutto di auto investiture, ne’ ritiene condivisibili le odierne prese di distanze dai partiti”.
Conclude: “In un momento in cui ai cittadini occorre offrire progettualità di facile lettura, che comportino una comune assunzione di responsabilità, non serve caratterizzarsi nella sfida elettorale con un finto civismo.
Non considerando, tra l’altro, che proprio il “civismo” nel suo consolidato significato e’ la prima ragione fondativa dei partiti a grande tradizione popolare, liberale, democratica.
Non e’ negazione della politica e dei partiti con i simboli che li rappresentano, ma e’ missione collettiva che rappresenta i sentimenti e le aspettative del cittadino sui piccoli e i grandi problemi, e’ la missione dei partiti attraverso le loro rappresentanze”.