Giornata Internazionale dei Diritti dell’Infanzia: manifestazione oggi alla “Mariano Rossi” di Sciacca

Hanno letto: 507

Sono passati 30 anni dall’adozione di quella convenzione che per la prima volta ha riconosciuto i bambini come aventi diritti civili, sociali, politici, culturali ed economici: la Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Adottata nel 1989, l’Italia l’ha ratificata il 27 maggio 1991.

Grande partecipazione, questa mattina, all’Istituto Comprensivo “Mariano Rossi” di Sciacca, in occasione della Giornata Internazionale dei Diritti dell’Infanzia che intende tutelare e preservare i diritti dei minori. “Oggi i ragazzi devono affrontare nuove sfide e la scuola deve prenderne atto – ha affermato il dirigente scolastico della “M.Rossi” Paola Triolo – bisogna fornire ai ragazzi gli strumenti utili che possano farli diventare cittadini attivi e consapevoli. Questo è il nostro principale obiettivo”. “Dalla stipula della convenzione molto è stato fatto, ma molto deve essere ancora fatto – ha invece sottolineato Rosalba Zito – presidente del Kiwanis Club Sciacca – in quanto oggi, nel mondo, 1 bambino su 5 vive in aree di conflitto e almeno 27 milioni di minori sfollati, a causa della guerra, non possono più andare a scuola; più di 1 miliardo di bambini vive in contesti di povertà e, solo nel Corno d’Africa 6,5 milioni di bambini sono attualmente colpiti dalla fame”. Povertà, mancanza di opportunità e violenze riguardano anche i minori nel nostro Paese. In Italia, infatti, oggi più di 1,2 milioni di bambini e ragazzi vivono in povertà assoluta, senza il necessario per condurre una vita accettabile e con gravissime ripercussioni sul loro futuro. Per l’occasione, inoltre, gli studenti dell’istituto d’arte “Bonachia” di Sciacca, hanno realizzato un albero che rappresenta i diritti di cui ogni bambino deve godere.