Guardalinee rischiava di perdere un occhio, colpito con una bottiglia a Sambuca: assolto un calciatore

1721

Daniele Campisi, di 35 anni, di Palermo, calciatore del Terrasini nel 2008, è stato assolto dall’accusa di lesioni e rissa dal giudice monocratico del Tribunale di Sciacca, Antonino Cucinella. Era accusato, al termine della partita tra la sua squadra e il Sambuca, che si si è disputata nel 2008 sul campo della squadra agrigentina, di avere lanciato una bottiglia piena d’acqua contro Ignazio Ambla, di 52 anni, di Sambuca, che aveva fatto da guardalinee in quell’incontro e che per le lesioni subite ha rischiato di perdere un occhio.  Per altri nove imputati, per rissa, in questa vicenda giudiziaria, il processo si era già definito essendo intervenuta la prescrizione. L’avvocato Sergio Vaccaro, legale di Campisi, ha sempre sostenuto l’innocenza del suo assistito. Il giudice Cucinella ha assolto Campisi perché è incerta la prova che abbia commesso il fatto.