Il Cardinale benedice le vittime dell’ultimo naufragio e bacchetta: “La politica dia risposte definitive, sapevamo tutti che potevano morire”

Hanno letto: 64

E’ volato a Lampedusa questa mattina il Cardinale Francesco Montenegro, vescovo di Agrigento per impartire una benedizione alle tredici vittime dell’ultimo naufragio consumato al largo di Lampedusa.

“Questi fratelli – ha detto Montenegro – non sono morti per caso, lo sapevamo tutti che potevano morire. Ci vuole una risposta definitiva della politica , non si può giocare al rimbalzo delle responsabilità”.

Il Cardinale Francesco Montenegro ha officiato una breve cerimonia funebre per le 13 vittime recuperate dopo il naufragio insieme a Don Franco anche il procuratore di Agrigento, Salvatore Vella che coordina le indagini aperte a seguito della tragedia. Il Cardinale ha anche portato il cordoglio e la preghiera del Papa: “Francesco è con noi – ha detto – e prega per le vittime, per i sopravvissuti, per i loro parenti e anche per tutti coloro che sono ancora in mare”.“