15.9 C
Comune di Sciacca

La causa con richiesta di oltre 300 mila euro, il legale del commerciante di Sciacca: “Ha lavorato un anno e mezzo”

Pubblicato:

E’ una descrizione totalmente diversa quella dell’avvocato Calogera Falco della vicenda per la quale una saccense di 64 anni ha chiesto circa 350 mila euro a un commerciante di Sciacca per differenze retributive e contribuzione non versata all’Inps. Il legale, che assiste il commerciante, sostiene che la signora ha lavorato da gennaio 2019 a luglio 2020 e che “il giudice ha fatto una proposta transattiva di 28 mila che è comunque ancora da trattare”.

L’udienza è fissata per il 28 marzo prossimo per lo svolgimento della causa e per il previsto tentativo di conciliazione tra le parti.

La signora sostiene di avere lavorato dal 2001 al 2021 e, tramite l’avvocato Mauro Tirnetta, che la assiste, ha chiesto il riconoscimento nei confronti dell’ex datore di lavoro delle somme spettanti, pari a 232.247 euro a titolo di differenze retributive, oltre a 109.238 a titolo di contribuzione a carico del datore di lavoro non versata all’ente previdenziale. Il Tribunale di Sciacca – Sezione Lavoro – ha fissato l’udienza per lo svolgimento della causa e per il previsto tentativo di conciliazione.

Articoli correlati

Articoli Recenti

spot_img