La crisi del lavoro stagionale a Sciacca, un migliaio di famiglie senza reddito (Intervista)

2535

Una delegazione dell’associazione Alsi, che riunisce circa 400 degli 800 lavoratori stagionali di Sciacca, ha incontrato questa mattina il sindaco, Il Francesca Valenti.

I lavoratori stagionali hanno illustrato, in un quadro dettagliato, tutte le problematiche che con l’emergenza Covid 19 hanno assunto una condizione di estrema drammaticità. La mancata ripartenza della stagione turistica a pieno ritmo – è emerso – comporta, allo stato attuale, la mancata assunzione di almeno il  95 per cento dei lavoratori stagionali  che lamentano la lentezza delle erogazioni a loro favore promesse dagli interventi statali nonché lo stato di incertezza degli stessi provvedimenti per l’immediato futuro. 

I lavoratori hanno, infine, illustrato al sindaco una piattaforma di richieste da inoltrare all’intera classe politica fra cui il ripristino dell’indennità  di disoccupazione da giugno 2020 a maggio 2021. 

Nella giornata di oggi in tutta Italia si stanno tenendo delle manifestazioni degli stessi lavoratori del turismo che evidenziano come un comparto importante per l’economia stia subendo notevoli ritardi in tutti gli interventi per la ripartenza anche da parte della Regione a fronte di annunciati interventi della legge di stabilità regionale che stenta a decollare. 

L’amministrazione comunale si è impegnata, nell’ambito delle proprie competenze, a studiare degli interventi per dare un supporto alle legittime richieste degli operatori e delle loro famiglie. 

Un presidio dei lavoratori è stato annunciato per il prossimo fine settimana in piazza Scandaliato, per sollecitare l’attenzione di tutta la cittadinanza e informare sulla gravità dell’attuale situazione. 


Warning: A non-numeric value encountered in /var/www/web9/web/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008