La nuova banchina del porto di Sciacca, cantiere ancora chiuso

1969

Cantiere ancora chiuso ieri al porto di Sciacca per il completamento della banchina San Pietro, un’opera da 4,3 milioni di euro. La sosta forzata dovrebbe finire tra qualche giorno visto che l’assessore comunale ai Lavori pubblici, Roberto Lo Cicero, fa sapere che è arrivato un decreto dell’assessorato regionale all’Ambiente e che si attende il piano di monitoraggio ambientale da parte dell’Arpa.

La competenza è tutta della Regione, ma Lo Cicero segue la vicenda. E’ stato rilevato il problema della caratterizzazione di terra e roccia da scavo, il materiale che verrà estratto e si è dovuto attendere il via libera dell’assessorato all’Ambiente. L’opera è stata finanziata della Regione Siciliana ed i lavori eseguiti dall’Ati Consorzio Stabile Conpat scarl Emmeci con sede a Roma, che se li è aggiudicati per poco più di 4,3 milioni di euro. Prevedono la realizzazione del tratto terminale della banchina di riva nord, a partire dall’esistente banchina San Pietro fino alla radice del molo di ponente zona capitaneria, compresi i piazzali retrostanti e le opere d’alaggio. Il contratto d’appalto ha una durata di 540 giorni, ma ci sarà certamente uno slittamento visto che da tempo il cantiere è chiuso.