L’accusa è di tentata violenza sessuale sulla spiaggia dello Stazzone a Sciacca, il pm chiede un anno e 9 mesi di reclusione

1620

Il pubblico ministero ha chiesto un anno e 9 mesi di reclusione per Vasile Bacau, di 40 anni, romeno, accusato di tentata violenza sessuale nei confronti di una giovane sulla spiaggia dello Stazzone a Sciacca.

L’imputato, difeso dall’avvocato Mauro Butera, è accusato di avere tentato la violenza e di avere colpito con un calcio al mento una giovane che, assieme a un’amica, si trovava, a tarda ora, sulla spiaggia.

Nel processo, che si celebra dinanzi al Tribunale di Sciacca, in composizione collegiale, ha discusso anche il difensore dell’imputato, l’avvocato Mauro Butera, escludendo l’ipotesi di tentata violenza sessuale. L’imputato al processo non ha reso interrogatorio, ma durante le indagini ha ammesso di avere colpito con un calcio la giovane, respingendo l‘accusa di tentata violenza sessuale e cioè, come sostiene l’accusa, di avere tentato di baciare la ragazza dopo essersi abbassato i pantaloni.

La vicenda risale al 2018 e le indagini sono state svolte dai carabinieri. Nella prossima udienza eventuali repliche e sentenza.