Le Vie dei Tesori, presentato il programma a Sciacca con visite ed esperienze in tredici luoghi della citta’ (Interviste)

2430

Sono tredici i luoghi che fanno parte del programma saccense di “Le Vie dei Tesori” presentato questa mattina a Sciacca durante una conferenza stampa. Non solo posti ma anche un mare di esperienze con un calendario fitto che pesca tra le eccellenze artigianali del territorio: orafi, ceramisti, laboratori del gusto e degustazioni di antichi dolci accompagneranno le visite.

Si inizia sabato, due ottobre, per tre fine settimane, sempre sabato e domenica. E ancora, passeggiate urbane, laboratori di uncinetto, giri in bicicletta, barca e un’inedita art-car. Tra i siti inediti di quest’anno – palazzi signorili e collezioni private di solito non visitabili – è molto attesa la chiesa dello Spasimo (dove Germi girò alcune scene di “Sedotta e abbandonata”), chiusa da tanti anni: sarà una scoperta anche per gli stessi saccensi
Questa mattina presenti all’incontro con la stampa anche Laura Anello e Marcello Barbaro, rispettivamente presidente e vicepresidente della Fondazione Le Vie dei Tesori.

Per il Comune di Sciacca si tratta del terzo anno consecutivo alle “Le Vie dei Tesori”, uno dei più grandi festival italiani dedicati alla scoperta del patrimonio delle città d’arte della Sicilia. Un’importante occasione di riappropriazione dei luoghi da parte dei cittadini e una straordinaria opportunità per i turisti per visitare tesori sconosciuti o non raccontati.