Manifestazione d’interesse per le Terme di Sciacca, i Cinquestelle: “Niente confronto con la città, altra occasione persa dall’amministrazione Valenti”

Hanno letto: 106

In merito alla notizia dell’imminente pubblicazione dell’avviso di manifestazione pubblica di interesse per la gestione dei beni delle Terme di Sciacca anticipata ieri sera da Risoluto.it, è intervenuto il parlamentare regionale Matteo Mangiacavallo. “Finalmente qualcosa si muove dal Marzo 2015 – commenta – e l’avviso pubblico di manifestazione di interesse rappresenta un passo in avanti al fine di valutare la migliore gestione per il patrimonio termale saccense. Apprendiamo anche dagli organi di stampa che il sindaco ha dato il suo benestare alla Regione per la pubblicazione dell’avviso. Ci saremmo però, dapprima, un passaggio coi cittadini, con le associazioni e con i comitati. Pazienza, è un’altra occasione persa da questa amministrazione che preferisce sempre agire in solitaria”.

“Da quello che so – conclude Matteo Mangiacavallo – nell’avviso, come annunciato in passato, non ci saranno le stufe di San Calogero mentre tra i beni visionabili da potenziali investitori sarà incluso anche il Complesso San Francesco.  Per tale luogo, da sempre fruito dai cittadini saccensi, mi auguro, che la manifestazione di interesse venga espressa dal Comune di Sciacca, cosa che chiediamo da tempo rimanendo inascoltati. Ho ricordato ad Armao che nel bando deve essere scongiurata l’evenienza di un monopolio delle acque termali saccensi e tale proposta, a onor del vero, è sempre stata accolta con favore”.