Minaccia aggravata e non rapina in un supermercato di Ribera, reato riqualificato e condanna a 6 mesi

1396

L’accusa avanzata originariamente era di rapina, il Tribunale di Sciacca ha riqualificato in minaccia aggravata dall’uso dell’arma e condannato a 6 mesi di reclusione Ben Salem Achref, di 29 anni, marocchino. Era accusato, dopo avere sottratto dei prodotti in vendita in un supermercato, di avere minacciato i dipendenti con l’utilizzo di una bottiglia di vetro spaccata, compiendo così atti diretti in modo non equivoco ad assicurarsi l’impunità. E non riuscendo nell’intento per l’intervento tempestivo delle forze dell’ordine.

I fatti per i quali si è celebrato il processo si riferiscono al 9 dicembre del 2018 a Ribera. La Procura della Repubblica di Sciacca con il sostituto Roberta Griffo ha chiesto e ottenuto il giudizio immediato. Il Tribunale di Sciacca (presidente Alberto Davico ed a latere Francesca Cerrone e Fabio Passalacqua) ha riqualificato il reato in minaccia aggravata dall’uso dell’arma e condannato il giovane a 6 mesi di reclusione e al pagamento delle spese processuali con sospensione della pena.