Museo Diffuso dei Cinque Sensi, approvato il Destination Management Plan che punta al turismo di Sciacca

902

Non si ferma l’attività del Museo Diffuso dei Cinque Sensi. Proprio ieri, si è svolta una riunione per approvare il Destination Management Plan (DMP) contenente le linee guida per lo sviluppo e la gestione di Sciacca – destinazione turistica.

“Il DMP, tramite una programmazione condivisa, è un aggregatore dell’offerta che coinvolgendo tutti gli attori del territorio privati, pubblici, culturali e del volontariato pianifica, sviluppa e promuove la destinazione turistica garantendo un uso e una gestione delle risorse più responsabile, sostenibile ed efficiente”. Questo è l’obiettivo che la rete del Museo Diffuso dei 5 Sensi di Sciacca, con a capo la presidente Viviana Rizzuto, si prefigge. Proprio ieri si è svolta una riunione, attraverso video chiamata multipla, per approvare il DPM che racchiude le linee guida per lo sviluppo e la gestione di Sciacca puntando al turismo.

La Comunità Museo diffuso di Sciacca intende puntare sul Turismo di alta qualità, appunto, “quale fonte sana, certa e florida per lo sviluppo sociale, culturale ed economico del territorio saccense”. Il settore turistico, in tal senso, è quello che desta maggiore interesse e su cui vale la pena investire, anche per le sue particolari connotazioni di tutela dell’ambiente, di efficienza dei servizi, di contaminazione tra le culture, di redistribuzione rapida del denaro su di una base ampia di cittadinanza. Inoltre, il turismo farebbe da apripista per altri settori dell’economia saccense quali beni culturali, industria culturale, artigianato, enogastronomia, agricoltura e ambiente potenziando altri servizi finora rimasti silenti. Il mercato di riferimento è quello del Turismo di tipo Esperienziale, Emozionale ed Empatico sul quale Sciacca potrebbe giocare un’importante partita dal momento che ci sarebbero tutte le condizioni per poter puntare su un turismo esperienziale di alto livello che possa permettere lo sviluppo sociale, economico e culturale di un’intera comunità. “Il territorio è ricco di storia, arte, cultura, antichi saperi, tradizioni, usi e costumi – evidenzia la presidente Viviana Rizzuto – che sono un tesoro unico da comunicare e condividere col resto della comunità internazionale. Ciò che per la gente del luogo è ordinario, per il resto del mondo è qualcosa di assolutamente unico e straordinario”. Alla riunione di ieri hanno preso parte la presidente del Museo Diffuso, Viviana Rizzuto, il giornalista Emilio Casalini, Anna Salvagio, vicepresidente della Cooperativa di comunità, i quali hanno illustrato ai partecipanti i problemi attuali da affrontare, specie dopo l’emergenza Covid-19, e le opportunità che Sciacca oggi è in grado di cogliere. Presente all’incontro anche il presidente della Confcommercio Sicilia, Francesco Picarella. “Tutto il territorio inizia ad essere connesso, coinvolto, attivo – ha affermato Viviana Rizzuto – la comunità smette di vagare alla cieca e si muove compatta nel solco di una visione chiara verso cui indirizzare il proprio futuro e il proprio benessere. Indubbiamente – conclude Rizzuto – è necessaria una programmazione delle azioni da perseguire che sia condivisa da tutta la comunità.”


Warning: A non-numeric value encountered in /var/www/web9/web/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008