Nessun esercizio abusivo dell’attività di cava, assolto imprenditore di Sambuca

649

Non ha esercitato abusivamente l’attività di cava. Assolto dal giudice monocratico del Tribunale di Sciacca l’imprenditore di Sambuca di Sicilia Pasquale Di Maria, di 53 anni. L’assoluzione è stata decisa dal giudice Fabio Passalacqua.

Di Maria, amministratore unico della “ Sicilcave srl”, era stato tratto a giudizio per esercizio abusivo di attività di cava e per attività estrattiva senza aver effettuato la denuncia di esercizio all’autorità competente.

I fatti risalgono al luglio 2018 a seguito di un controllo effettuato dai funzionari del Dipartimento Regionale dell’Energia, Distretto Minerario di Caltanissetta, i quali avrebbero constatato l’attività abusiva di cava sul presupposto del mancato rinnovo dell’autorizzazione da parte degli organi di tutela del territorio.

I difensori della Sicilcave srl, gli avvocati Antonino Augello e Francesco Vinci, nel rilevare che la richiesta di rinnovo era stata presentata già nel 2015 senza ricevere alcuna comunicazione, attraverso una relazione tecnica di parte hanno dato prova che nessuna attività di cava era stata esercitata nelle more del rilascio del nulla osta.

I lavori che venivano contestati erano costituiti – come rilevato dalla difesa – dagli indispensabili interventi di ordinaria manutenzione senza i quali si sarebbero potuti verificare gravi danni all’ambiente e alle persone che provvedevano a tali incombenze.

Nella foto, l’avvocato Antonino Augello