Per la morte del quarantaquattrenne riberese Giuseppe Galvano una richiesta di rinvio a giudizio per omicidio colposo

1830

Il rinvio a giudizio per omicidio colposo è stato chiesto dalla Procura della Repubblica di Sciacca per Vincenzo Guddemi, di 78 anni, di Ribera. La vicenda è quella riguardante l’incidente nel quale ha perso la vita, il 12 dicembre del 2016, Giuseppe Galvano, di 44 anni, di Ribera, carrozziere, rimasto schiacciato da un cancello che stava tentanto di riparare.  Guddemi avrebbe affittato o comunque concesso in uso a Galvano un magazzino, in località Gulfa-Panetteria, sul cui accesso carrabile era presente il cancello scorrevole del peso di 450 chilogrammi che non sarebbe stato realizzato a regola d’arte e sarebbero state assenti guide o sistemi tali da impedire le sue oscillazioni. A Galvano sarebbe stata affidata la riparazione del cancello senza controllare il suo operare e ciò nonostante il carrozziere non disponesse né dei mezzi idonei né delle specifiche competenze per questo lavoro. Guddemi è difeso dall’avvocato Antonio Palmieri. La moglie, figli ed i genitori di Galvano si sono costituiti parte civile assistiti dall’avvocato Giovanni Castronovo. La decisione Gup è prevista il 5 ottobre.