Pesce d’allevamento e scongelato venduto per fresco al porto di Sciacca, scatta il sequestro del Circomare

Hanno letto: 1093

Il Circomare ha sequestrato al porto di Sciacca pesce scongelato e d’allevamento che veniva spacciato per prodotto fresco. Sanzione da 1500 euro nei confronti di un saccense che effettuava la vendita impiegando una motoape. Il servizio rientra in una più vasta attività del Circomare, diretta dal comandante del Circomare, il tenente di vascello Sebastiano Sgroi, finalizzato alla verifica della tracciabilità e del’etichettatura del pesce. Controlli vengono effettuati anche nei ristoranti e nelle pescherie di Sciacca.