Per una presunta estorsione ai danni di dirigenti e dipendenti del Verdura Resort di Sciacca chiesto il rinvio a giudizio di un imprenditore di Ribera

1506

La Procura della Repubblica di Sciacca ha chiesto il rinvio a giudizio per estorsione dell’imprenditore di Ribera Ignazio Tavormina, di 52 anni. L’imprenditore, titolare di una ditta di vivai appaltatrice per la gestione delle aree verdi ornamentali e agricole del complesso, secondo l’ipotesi della Procura, avrebbe minacciato dirigenti e dipendenti del Verdura Resort di Sciacca e compiuto atti di sabotaggio sui mezzi appartenenti alla struttura. La vicenda oggetto dell’inchiesta si riferisce all’ottobre del 2009 e poi a singoli episodi del 2014, del 2015 e del 2016. La presunta estorsione sarebbe stata posta in essere perché l’imprenditore sarebbe venuto a conoscenza che il direttore in servizio nel 2009 avrebbe avuto intenzione di non rinnovare alla scadenza i contratti d’appalto. Sulla richiesta di rinvio a giudizio il giudice deciderà nell’udienza del 16 marzo 2018.