39.5 C
Comune di Sciacca

Restano ai domiciliari i tre giovani indagati per rissa e sequestro di persona a Sciacca, il giudice non revoca la misura

Pubblicato:

Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Sciacca, Alberto Davico, ha rigettato la richiesta di revoca della misura cautelare e confermato i domiciliari per i tre giovani, due di Sciacca e uno di Ribera, indagati per rissa aggravata, sequestro di persona, lesioni personali aggravate, danneggiamento e porto di oggetti atti ad offendere.

I difensori, gli avvocati Vincenzo Parinisi, Accursio Piro e Nicola Puma, preparano adesso il ricorso al Tribunale del Riesame di Palermo. Altri sei giovani sono indagati per rissa nella stessa vicenda, ma senza misura cautelare a loro carico.

L’indagine, coordinata dal sostituto procuratore Michele Marrone, è stata svolta dai carabinieri della stazione di Sciacca. I tre giovani ai domiciliari, nella notte tra il 30 e il 31 maggio 2020, avrebbero sequestrato la vittima principale della rissa, un diciannovenne Riberese, il quale, dopo essere stato sequestrato ed ulteriormente percosso, è stato poi abbandonato esanime a terra nel viale delle Terme.

Articoli correlati

Articoli Recenti

spot_img

La tua richiesta è stata inoltrata. grazie!

Unable to send.