Rubati sulla spiaggia di Renella, a Sciacca, i posaceneri artistici realizzati dai ragazzi disabili

650

Un accorato appello affinchè un gesto tanto vile non si ripeta più, è stato fatto da Ivana Guzzo, socia del Comitato Renella e promotrice dell’iniziativa del 6 agosto scorso.

“Ieri, 1° settembre, era la data stabilita per la rimozione, da parte dei soci del Comitato Renella, dei posaceneri artistici realizzati in collaborazione con l’associazione Crescere Insieme, in occasione della giornata di sensibilizzazione e pulizia della spiaggia organizzata con il WWF sezione di Sciacca, lo scorso 6 agosto. L’iniziativa – scrive la socia del Comitato Renella Ivana Guzzo – ha riscosso tanto entusiasmo e partecipazione, soprattutto dei più piccoli bagnanti, che da anni si impegnano a ripulire la spiaggia da ogni tipo di rifiuto, soprattutto plastica e cicche di sigarette, mostrando un notevole senso civico, molto più degli adulti. Purtroppo, dopo aver trascorso l’estate a svuotarli, riposizionarli e sensibilizzare le persone al loro utilizzo, ieri l’amara sorpresa, proprio sul finire della stagione. Probabilmente, i giovani che la notte del 31 agosto hanno festeggiato alla Renella forse la fine dell’estate, li hanno trovati così belli che hanno pensato di portarseli a casa, non prima di averli, pero’, svuotati sulla spiaggia! E, forse, è proprio questo gesto, più del furto in sé, che più ci ha indignati! Ed è lo stupore ed il dispiacere di grandi e piccini che più ci ha rammaricato. A quei giovani- continua la Guzzo -vorremmo fare un appello, affinché comprendano quanto incivile sia stato il loro gesto – soprattutto se si pensa che erano stati realizzati da ragazzi disabili – e affinché li riportino sulla spiaggia.
A questi giovani vorremmo far sapere che non sara’ questo scempio che fermera’ il nostro impegno e nonostante tutto, continueremo ad educare i nostri figli al rispetto dell’ambiente, delle spiagge, del mare e del prossimo.
A loro, piuttosto, come a tutti i bagnanti, va il nostro invito ad una maggiore coscienza civica ed ad unirsi a noi, il prossimo anno, per la realizzazione di altri posaceneri artistici, che stavolta auspichiamo di ritrovare a fine estate!”